CAPITOLO 2 : Il Pres.

La leggenda narra che una domenica mattina di tanto tempo fa, qualcuno lo sentì dire “basta, smetto di fare il presidente”, in un baleno la notizia si sparse, sui volti un misto di incredulità e preoccupazione per un futuro incerto, quasi un salto nel vuoto, chi stava correndo si fermò all’istante, l’acqua ai ristori si prosciugò in un secondo, le bandierine che segnalavano i percorsi si ammainarono, migliaia di scarpette da runners si appesero al chiodo da sole e alcuni addirittura giurano di aver sentito Sara dire “sono un po’ stanchina”, insomma il finimondo.
Così, tra storie e leggende come questa, il Tonino è diventato anno dopo anno il Pres, il Presidente per antonomasia.
Figura mitologica, metà uomo e metà runner, mentalità da sprint, fisico da spritz, baffetti da sparviero, parlata da pippero.
Il Pres non fa semplicemente parte del VTV, lui è il VTV! A riprova di ciò, documenti segreti, risalenti agli albori dei tempi, affermano che VTV in realtà voglia significare: Viva Tonino Viva (altri più recenti, ai quali noi per altro non crediamo, lo interpretano come: Vai Tonino Vai)
Il Pres ha ormai al suo attivo decine, centinaia di imprese, ma tra le più mirabolanti, ancora oggi avvolta da un’aurea tra l’eroico e il mitologico, rientra senza dubbio il cammino di Santiago, epico pellegrinaggio alla ricerca di risposte e di un sé stesso che, una volta trovato, ha subito preferito lasciare per non starlo ad ascoltare mentre gli propinava un pippone di tre giorni.
Indomito e instancabile distributore di cartellini, ha fatto di questa sua virtù un’arte improvvisando di volta in volta la metodica, passando da un ordine cronologico (a chi prima a chi dopo), a uno illogico (come viene viene), poi ecologico (differenziando i secchi dai grassi), analogico (preferisco omettere…) ecc. ecc.
Il Pres è una certezza, ogni venerdì sera lui c’è, ogni domenica mattina lui c’è, ogni cena e ogni pranzo lui c’è, ogni volta che messaggiamo lui c’è….mi verrebbe da dire “minchia signor tenente ci sei sempre!”
Ma anche nel privato il Pres rimane Pres infatti, stando alle indiscrezioni raccolte da fonti attendibili ma non svelabili, sembra che indossi la canotta VTV anche a letto, convinto che senza la divisa ufficiale qualsiasi cosa combini, non possa essere conteggiata per la classifica.
Comunque alla fine, tirando le somme, su una cosa siamo tutti d’accordo:
Il Pres è la vera colonna portante del VTV! ….ma il VTV è la colonna sopportante del Pre

Potrebbero interessarti anche...