17 Febbraio 2019 – DORNO “23′ DURAN E DINTURAN”

Dorno, piccolo paese della Lomellina dove hanno avuto i natali due stelle della musica di fama internazionale (il menestrello italiano Ron e Steve Vai, polistrumentista rock di fama internazionale e a cui hanno dato la cittadinanza onoraria nel 2012) è la meta di oggi.
Ben 4 distanze a disposizione, 7-10-14-20 Km, tutte nella natura che circonda il paese.
Oggi siamo un bel gruppo, il freddo non è intenso ma comunque facciamo la foto di gruppo ancora con i nostri caldi giubbotti addosso, almeno la foto non verrà mossa.

A piccoli gruppi si parte quasi camminando per sciogliere un pochino i muscoli visto che nonostante l’esperienza di anni nessuno di noi dedica neanche un secondo alla pratica dello stretching – né prima di partire né dopo essere arrivati – brutta abitudine che sembra una consuetudine generale tra i tapascioni.
Qualche centinaio di metri cittadini e poi campagne e boschi a gogo.

Il Terdoppio la sua area boschiva circostante sono il tema della prima parte della corsa.
Scenografici ma difficili e tortuosi passaggi non ci permettono distrazioni, il continuo susseguirsi di curve per aggirare gli alberi non permette nessun allungo ma creano una continua variazione di passo.
Non si riesce a “rompere il fiato”, manderesti tutto all’aria e vorresti fermarti ed è qui che il gruppo diventa indispensabile.

Con i miei soci incominciamo una serie di discorsi non certo guidati dal ragionamento ma indispensabili per distrarsi e tenere duro.

Il ritmo non è alto ma d’altronde siamo tapascioni, chi allunga viene subito ripreso, chi rallenta viene aspettato, la competizione la si farà negli ultimi metri…
I chilometri passano, le rive del Terdoppio lasciano spazio all’ altra faccia della Lomellina fatta di campagne coltivabile e di argini per poi rientrare in paese.

Ristoro finale buono, sacchetto gastronomico come riconoscimento ed un buon percorso sono stati apprezzati un pochino da tutti.

Potrebbero interessarti anche...