01 Maggio 2019 – Garlasco “39′ Trofeo citta’ di Garlasco”

Festa dei lavoratori e corsa a Garlasco sono un binomio ormai consolidato.

Ritrovo presso il palazzato dello sport dove il Gruppo Podistico Garlaschese mette a disposizione tre percorsi da 6-10 e 15 Km tutti da fare nelle campagne limitrofe.

Dopo un paio di Km lasciamo sulla nostra sinistra il profilo del Santuario della Bozzola e ci buttiamo dentro l’oasi LIPU del bosco del Vignolo.

Primo ristoro, qualche strappetto in salita/discesa e poi la goduria del terreno soffice con erba appena tagliata dagli organizzatori e l’essere circondati dal bosco rendono piacevolissimo il correre in compagnia (una allegra brigata direbbe qualcuno).

La deviazione tra la media e la lunga arriva quasi improvvisamente e decido di lasciare il gruppetto degli Ultra-tapascioni (fanno solo le lunghe anche se in tre giorni hanno messo nelle gambe 50 km) per aggregarmi ai più ragionevoli tapascioni, mi butto sulla 10 quindi.

Salitone che non manca mai e poi direzione Bozzola dove troviamo il 2° ristoro proprio davanti al santuario e qui ho il sospetto che mi abbiano dato da bere dell’acqua Santa visto che la fatica sparisce e mi sento ringiovanito.

Oramai manca poco all’arrivo qualche curvetta su asfalto e poi rettilineo finale con arrivo sotto il gonfiabile.

Ristoro buono ma si sente la mancanza delle mele fritte che erano una tradizione di questa corsa (erano di solito all’ultimo ristoro), riconoscimento con bottiglia di vino (alternativa a 1 Kg di riso)

Il premio individuale purtroppo segna Un punto di demerito visto che sul volantino era specificato “ 1 kg di riso carnaroli o bottiglia di vino “ ed invece il riso è stato solo una confezione da mezzo kg …. forse in in barba al famoso detto “il riso abbonda sulla bocca degli stolti“

Potrebbero interessarti anche...