23^ Stracasorate

Nelle ultime settimane la temperatura ha cominciato ad andare sotto zero giusto per preannunciare l’arrivo della Stracasorate che per tradizione è una delle corse più fredde dell’anno – se non la più fredda.

Quindi perché rimanere al calduccio con una cosi ghiotta opportunità di provare a fermare il tempo con una bella ibernazione ? Eppoi quest’anno oltre alle canoniche distanze da 7-14 e 21 viene organizzata anche una 10 Km.

Solito ritrovo in contrada S. Antonio, un sacco di gente riempie la via in attesa dei cartellini e ci siamo anche noi.

Visto il freddo in molti ritirano il cartellino e se ne vanno a correre senza partecipare al rito della foto, gli altri invece tentano di rimanere immobili per qualche secondo per entrare nei pixel del telefonino.

Si attraversa la provinciale ed inizia lo sterrato, almeno di firma visto che il gelo ha reso la terra dura come il cemento.

Il lungo rettilineo sul naviglio è l’altra tappa classica mentre verso il 4 km ecco la novità.

Chi si farà la media e lunga gira a sinistra verso la caratteristica Fallavecchia mentre chi continua a sperimentare la 10 prosegue diritto, io sono fra questi.

Ancora un pochino ed anche la 10 rientra sul percorso delle altre due , passaggio vicino al campo da golf e ristoro a Bubbiano, un pochino troppo avanti visto che siano ormai a circa 8 Km e a due dalla fine – forse questo punto andrebbe rivisto anticipandolo di un km.

Ristoro finale con un pochino di tutto vin brulè e panino incluso, riconoscimento con classica bottiglia di vino e cesto pe ril gruppo.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...