VTV ABBIATEGRASSO



NOI CORRIAMO

Sono passati solo pochi giorni da quando eravamo tutti assieme e piccoli aneddoti, gite da organizzare, brindisi da fare, freddure, acciacchi dai nomi strani e ancora mille parole e risate e il calpestio del nostro correre erano la colonna sonora delle domeniche mattina.

Pochi giorni fa o forse secoli, secoli perché a volte la vita ti corre incontro più veloce di quanto tu possa immaginare, tu conti le ore lei corre gli anni. Tu fai piani e programmi, lei è già scappata oltre tutto questo.

La nostra colonna sonora si è interrotta così, improvvisamente.

Un microscopico nemico, dal nome un po’ strano coronavirus che, forse, inizialmente ci è sembrato un po’ troppo semplice, aveva le sembianze di un piccolo mostriciattolo, quasi da cartone animato, ma che poi ha rivelato avere anche un cognome Covid-19 e non più le sembianze di un piccolo mostriciattolo ma quelle di uomini e donne attaccati a tubi e macchinari, chiusi, isolati, morenti.

Ecco ora siamo qua, di fronte ad un’altra cosa nuova e strana, l’isolamento sociale, forse l’unica arma in nostro possesso per battere questo nemico, l’isolamento sociale che ti allontana e ti avvicina allo stesso tempo.

L’isolamento sociale che ti costringe a fare i conti con le tue giornate e a domandarti quanto stai bene con te stesso, con i tuoi affetti più vicini, con la quotidianità fatta di un differente stare insieme.

L’isolamento sociale che ti allontana da tutti gli altri, serra le porte, svuota le strade, silenzia le piazze e chiude i negozi.

Ma la vita corre, corre veloce e passeranno le ore, i giorni, le settimane.

La vita corre, corre veloce e andrà a prendersi la sua nuova primavera, il suo nuovo respiro di vita.

La vita corre, corre veloce e tornerà a prenderci per mano.

E allora correremo, correremo veloci verso la nuova primavera, il nuovo respiro di vita, prendendoci per mano.

Colonna sonora.

Si corre.